logo

3 Giugno 2018: Escursione in Valsessera

Prima escursione dell'anno, in alta Valsessera, dalle ore 9.15 alle 17 circa. GRATUITA PER I SOCI

Ferro e argento tra Artignaga e Rondolere: Boschi, alpeggi e antiche strutture di lavorazione dei metalli

Partenza: Bocchetto Sessera
Percorribilità: a piedi
Difficoltà itinerario: escursionistico (media difficoltà)
Interesse: geologico, geomorfologico, archeometallurgico
Dislivello: circa 200 m
Lunghezza stimata: circa 12 km

Programma: Il ritrovo è alle 9.15 a Bocchetto Sessera (1372 m slm), sito lungo la panoramica Zegna. La giornata inizia con un’introduzione alla geologia della zona, la cui storia ha permesso la formazione di giacimenti di galena argentifera, calcopirite e magnetite sfruttate nei secoli XVI-XIX. Grazie alla promozione di scavi e restauri da parte della Comunità Montana e della Soprintendenza del Beni Archeologici è ora possibile visitare due interessanti aree archeometallurgiche: Rondolere e Opificio in riva destra Sessera, in un percorso arricchito da pannelli divulgativi.Durante la giornata si osservano i diversi tipi di roccia che caratterizzano la ricca storia geologica della zona, utilizzati anche per la costruzione degli edifici. Tutto il percorso è caratterizzato dalla varietà dell’ambiente circostante, ora immersi fra le conifere, ora in un’ampia conca aperta con pascoli e alpeggi, ora all’ombra di un bosco di faggi.Da Bocchetto Sessera il percorso si snoda con un’ampia strada sterrata pressoché pianeggiante, all’interno del “Bosco del Sorriso” ed è stato studiato per favorire momenti esperienziali di contatto con le diverse specie arboree, con piccoli testi informativi e punti di lettura per i più piccoli. Usciti dal bosco, si arriva alla bella conca dell’Alpe Artignaga (1390 m slm), con le sue “tegge” - le tipiche baite degli alpeggi valsesserini- ben ristrutturate e adorne di fiori. Qui è prevista la pausa pranzo, al sacco.
Dall’Artignaga il percorso prosegue in discesa (circa 200 m di dislivello in discesa) fra vecchie betulle e faggi in un’alternanza di tratti in ombra e più aperti, fino a scorgere i cui resti dell’Opificio, testimonianza della lavorazione di minerali di piombo argentifero, rame e ferro, con infinitesime percentuali d’oro. Dopo la visita del sito il percorso continua su sentiero fino a incontrare una cascata; poco sopra un ponte consente di attraversare il fiume Sessera per raggiungere, su un’ampia strada forestale, il bivio che indica il sito estrattivo di Pietra Bianca 1, uno dei siti legati all’estrazione del ferro: qui il percorso si tuffa nuovamente fra i faggi e si vede l’ingresso di un piccolo giacimento di magnetite, al cui esterno è presente un masso dove sono visibili diverse mineralizzazioni. Da Pietra Bianca in poco tempo si arriva al ponte della casa del Pescatore (1194 m slm) e poi al sito di Rondolere, raggiungibile con un bel percorso lungo la gora, antico canale per l’acqua che alimentava gli impianti di lavorazione del ferro. A Rondolere si trova infatti uno stabilimento siderurgico risalente al 1788 attivo per il trattamento della magnetite di Pietra Bianca ed è visibile anche l’alto forno, che produceva la ghisa poi lavorata negli edifici adiacenti; poiché la parte anteriore dell’alto forno è crollata se ne vede chiaramente la struttura interna. Questo sito ha un valore documentario davvero eccezionale, poiché gli impianti non sono più stati utilizzati né modificati dopo il XVIII secolo e costituiscono così la testimonianza tangibile di un completo ciclo produttivo completo proto-industriale. Dopo la visita di quest’ultimo sito si ritorna a Bocchetto Sessera risalendo la pista forestale (circa 200 m di dislivello in salita) lungo la quale è possibile fare una pausa all’area pic nic, dove sono presenti una fontana e bagni pubblici.
La fine dell'escursione è prevista per le 16.30-17 circa.
A seconda delle condizioni meteorologiche o del percorso il programma potrà subire variazioni .
Abbigliamento e attrezzatura raccomandati: abbigliamento da escursionismo (giacca impermeabile, scarpe da trekking)

Contributo per la giornata: 12 €/ 8 € per bambini con età compresa tra 8 e 14 anni/ gratuito per bambini con età inferiore a 8 anni. GRATUITA PER I SOCI.
Per informazioni e adesioni (gradite entro le ore 18:00 del giorno precedente)
cell: +39 347 4474021
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

26-27 maggio 2018 - La Storia delle Miniere

PROGRAMMA DELLE INIZIATIVE

SABATO 26 MAGGIO 2018

ORE 15.30: CONVEGNO PRESSO IL CENTRO CULTURALE MARIO MASSARI “LA STORIA DELLE MINIERE” CON I SEGUENTI INTERVENTI:
AVV. MARIA GRAZIA MEDALI, SINDACO DI PIEVE VERGONTE: benvenuto ai presenti;
ING. EDOARDO DELLA ROLE PRESIDENTE DEL SESIA VAL GRANDE UNESCO GLOBAL GEOPARK :“Una nuova prospettiva per le georisorse”
DOTT.SSA ROBERTA CLARA ZANINI: “migrazioni, memorie, rappresentazioni, riflessioni antropologiche sulla storia mineraria di Macugnaga”
PROF. RICCARDO CERRI: “La Pestarena United Gold Mining Company e le Miniere della Val Toppa”
ARCH. VLADIMIRO FRANCIOLI: “Descrizione lavori eseguiti per la visibilità”
SIG. MAURO CONTI – GUIDA ESCURSIONISTICA: “Filmati delle miniere Val Toppa”
PARTECIPERA’ IL GRUPPO GROTTE C.A.I. GALLARATE: “Miniere della Val Toppa – tecniche di rilievo digitale ipogeo”

ORE 20.00: CENA PRESSO IL RISTORANTE GIANNI & PINOTTO CON EVENTUALE PERNOTTAMENTO IN HOTEL LA PIEVE (E’ GRADITA LA PRENOTAZIONE):
PER PRENOTAZIONE CENA CONTATTASE IL NUMERO 0324\86521 (Ristorante Gianni & Pinotto)
PER PRENOTAZIONE PERNOTTAMENTO IN ALBERGO CONTATTARE IL NUMERO 0324\86653

DOMENICA 27 MAGGIO 2018

ORE 08.00: PARTENZA DAL CENTRO CULTURALE MARIO MASSARI PER LA VISITA GUIDATA PRESSO LE MINIERE DI VAL TOPPA, RAGGIUNGIBILI ANCHE CON NAVETTA SINO AL SENTIERO DELLA LOCALITA’ “LA VILLA”
VISITA ALLA MINIERA
DURANTE I LAVORI POTRA’ ESSERE VISITATA LA MOSTRA “PIEMONTE ARCHEOMINERARIO” UBICATA NEI LOCALI DEL CENTRO CULTURALE

ORE 11.30: CONCERTO PRESSO LA MINIERA DA PARTE DEGLI “OTTO STREET BAND”

ORE 13.00: PRANZO MONTANO PRESSO LA CA’ BIANCA DEL MINATORE SU

PRENOTAZIONE PRESSO IL COMUNE DI PIEVE VERGONTE
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Trekking nel Geoparco di Lanzarote e Arcipelago Chinijo

Camminare a LANZAROTE l'Isola dei Vulcani:
Facile trekking nel Geoparco di Lanzarote e Arcipelago Chinijo
Dal 16 al 23 ottobre 2018 / 8 giorni - 7 notti

POSTI LIMITATI, SI CONSIGLIA LA PRENOTAZIONE ANTICIPATA - POSSIBILMENTE ENTRO IL 15 MAGGIO

Tel 0163.200.200 - Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Lanzarote è un luogo meraviglioso per camminare, un vero museo di geologia all'aria aperta, dove l'uomo ha trovato i modi per adattarsi a un clima ottimo per il turista ma più difficile per la vita di tutti i giorni.
I vulcani, giovani e vecchi, sono pagine di un libro della storia della terra. Le opere dell'uomo, per coltivare la vite ma non solo, sono frutto dell'ingegno e della perseveranza.
La potenza dell'oceano, il lavoro del vento, hanno scolpito il resto: spiagge dorate o nere, scogliere, salti di roccia a strapiombo sul mare. I punti forti dell’itinerario proposto sono:

• Il Parco Nazionale del Timinfaya racconta, quasi due secoli dopo, la storia di un'eruzione che ha cambiato il volto dell'isola di Lanzarote. Colate di lava recente che si sovrappongono a coni millenari, in panorami fantastici.
• I sentieri costieri e gli itinerari che costeggiano i crateri dei vulcani
• Le belle spiagge di sabbia dorata, per un po' di relax al sole
• Le saline, con le loro raffinate geometrie e il bianco del sale a contrastare
• L’isola satellite di Lanzarote, La Graciosa, che si raggiunge in battello, attraversando il Charco, il canale tra le due isole.
• Le opere di Cesar Manrique, che negli anni Sessanta ha capito l’importanza di valorizzare l’isola come destinazione turistica, preservandone le caratteristiche uniche e mettendo in risalto alcune opere della natura straordinarie, come la Cueva de los Verdes, l’itinerario nel parco del Timanfaya e il Jameos del Agua, il tunnel formato dalla lava riadattato a sala concerti, e il Jardin de Cactus.
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Escursione organizzata dall’Associazione Supervulcano Valsesia in occasione della Terza Settimana del Pianeta Terra

Racconti di pietra, racconti di vita. Le rocce del supervulcano del Sesia come risorsa.
Una visita ad alcuni geositi del Supervulcano in Valsesia, dove il racconto della geologia si lega alla cultura materiale del nostro territorio.

Il ritrovo è alle 9.30 presso il Comune di Vocca, località Chiesa 1, nella sede dell'Associazione. Dopo una presentazione della storia del Supervulcano, ha inizio la visita ad alcuni degli affioramenti più significativi del Supervulcano in Valsesia, compresi fra i paesi di Balmuccia e Prato Sesia (in auto con brevi tratti a piedi).

L'escursione è un'occasione per inseguire il filo che collega la storia geologica con l'utilizzo dei materiali estratti dalle cave e dalle miniere, che in passato erano numerosissime in tutta la Valsesia.

È così possibile vedere le rocce di mantello che affiorano a Balmuccia, dove da poco è stata riattivata una cava. A Isola di Vocca, nella zona profonda del supervulcano, si trova un'antica miniera di nichel. Nella zona compresa fra Roccapietra e Borgosesia sono presenti rocce granitiche sfruttate sia nel passato che nel presente, di cui si può visitare un bell'affioramento ad Agnona.
Pranzo al sacco o possibilità di pranzare presso un ristorante.

Continue Reading

0
0
0
s2smodern
powered by social2s

7° Workshop dei Geoparchi in Italia

11-13 giugno 2015
RACCONTARE IL PIANETA TERRA
Esperienze di comunicazione e di divulgazione dei valori geoambientali.

Giovedì 11 giugno

WORKSHOP I SESSIONE: LA SFIDA DELLA DIVULGAZIONE
CASTELLO VISCONTEO DI VOGOGNA (VB)
9.00 Saluti di apertura
Giuseppe Monti, Vice Presidente Parco Nazionale Val Grande
Enrico Borghi, Sindaco di Vogogna, Commissione Ambiente della Camera
Aniello Aloia, Coordinatore Nazionale Forum dei Geoparchi Italiani
Gianvito Graziano, Presidente Consiglio Nazionale Geologi

Continue Reading

0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Un territorio da scoprire

un grande parco da visitare

Parco Nazionale
 
Supervulcano
Parco Nazionale Val Grande
info@parcovalgrande.it
  Ass. Sesia Valgrande Geopark
info@supervulcano.it

 

Salva

Copyright © 2014 Sesia Val Grande Geopark - Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

Responsive EU Cookie Notify