logo

Guardabosone, un paese museo da visitare

Guardabosone, un paese museo da visitare

L'agosto dell'Associazione Sesia Val Grande Geopark presenta molte escursioni nel territorio del Geoparco e che portano, in collaborazione con le Amministrazioni locali, a conoscere zone ricche di storia e che rivalutano le tradizioni locali. Tra questi luoghi c'è Guardabosone, un paesino di poche centinaia di abitanti che sorge su un crinale tra Valsesia e Valsessera. La sua origine medioevale è ben evidente nel suo centro storico e molti sono i siti di interesse storico, artistico e ambientale, con cappelle, oratori, due chiese principali, un Orto Botanico e ben cinque musei dedicati alle arti e mestieri e alle scienze naturali.
Nel pomeriggio dell'11 agosto 2018, a partire dalle 16.30, accompagnati anche dal Sindaco sarà possibile visitare Guardabosone. Il ritrovo è in Piazza don Rigazio, vicino al Ristorante La Barrique, da cui inizia la passeggiata a piedi. Al termine della visita cittadina c'è possibilità di cenare insieme presso il Ristorante La Barrique.
Per informazioni e adesioni (possibilmente entro le h.18 di venerdì 10): cell. 347.4474021 - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - www.supervulcano.it
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Silvano Sinigoi in Valsesia per un'escursione sul Supervulcano

Silvano Sinigoi in Valsesia per un'escursione sul Supervulcano

Il ritorno nel mese di agosto dello scopritore del Supervulcano dà la possibilità a molte persone interessate di poter ascoltare dalla viva voce di Silvano Sinigoi le vicende di questa evidenza unica al mondo che si estende nel bacino del Sesia.
Nella conferenza del 10 agosto, che si terrà a Postua al Salone polivalente alle 18.30 su proposta dal Comune, il prof. Sinigoi presenta la vicenda del supervulcano e delle ricerche che hanno permesso di individuarlo mentre l'escursione geologica di domenica 12 prevede spiegazioni ed accompagnamento da parte di Sinigoi oltre che di una guida.
L'escursione organizzata dall'Associazione Sesia Val Grande Geopark con il patrocinio del Comune di Vocca inizia da questa località, con ritrovo alle 9.30 presso la sede del Comune in loc. Chiesa. Il tour è molto significativo e si svolge nel tratto di Valsesia tra Balmuccia e Prato Sesia, dove ebbe luogo l'ultima eruzione del supervulcano esploso, circa 300 milioni di anni fa, in questa parte del Pianeta che sarebbe diventata la Valsesia,
Oggi, grazie alle dinamiche geologiche che hanno originato le Alpi, tra 60 e 30 milioni di anni fa, la rotazione della crosta terrestre in cui si trovava il vulcano esploso ha messo in evidenza le rocce che costituivano il suo sistema di alimentazione fino a circa 30 km di profondità. Si è creato un unicum al mondo e si camminerà su queste rocce, raccontando la loro straordinaria storia.
Lungo il fiume Sesia numerosi i punti di osservazione: Balmuccia, dove affiorano rocce del mantello terrestre; Isola di Vocca, seguendo un percorso nel bosco fra le rocce da cui si estraeva il nichel; le rocce della camera magmatica in Val Mastallone; Crevola con le rocce della crosta che fondevano dando origine ai graniti visibili ad Agnona; Prato Sesia dove sono visibili le rocce della caldera.
Il pranzo è al sacco con possibilità però di gustare in una trattoria prodotti locali. Al termine della visita ai geositi, circa alle ore 17/17.30, presso l’Info Point dell'Associazione a Prato Sesia ci sarà una degustazione di vini prodotti con uve nebbiolo, offerta dalle “Cantine del Castello Conti” di Maggiora .
La scelta dei siti da visitare potrà variare anche a seconda delle condizioni meteorologiche.
Abbigliamento raccomandato: scarpe da trekking, pantaloni lunghi, giacca impermeabile, cappello, occhiali da sole, crema solare, acqua.
Contributo per la giornata: 12 € (10 € per i soci), 8 € per ragazzi tra 8 e 14 anni/ gratuito fino a 8 anni.
Per informazioni e adesioni (possibilmente entro le h. 18 di sabato 11): cell. 347 4474021 - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - www.supervulcano.it
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Incontro tra il Museo GranUM e il Museo del Paesaggio

Incontro tra il Museo GranUM e il Museo del Paesaggio

Visita guidata del Museo GranUM con il dipinto “Le Cave di Baveno” trasferimento in motoscafo a Verbania Pallanza e visita guidata al Museo del Paesaggio, mostra “Armonie Verdi”

Venerdì 6, 20 luglio e 10 agosto h. 15:00
Visita guidata gratuita
€ 7/10 tkt motoscafo
Prenotazione obbligatoria presso
Ufficio IAT Baveno
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

5 agosto 2018: Escursione all'Alpe Faller, verso la “piccola porta” dei Walser

Escursione all'Alpe Faller, verso la “piccola porta” dei Walser

Domenica 5 agosto iniziano le frequenti escursioni promosse per questo mese estivo dall'Associazione Sesia Val Grande Geopark in collaborazione con i Comuni nel cui territorio si svolge l'evento e con l'accompagnamento di guida escursionistica oltre che di studiosi competenti.
La prima uscita è prevista ad Alagna, è di media difficoltà e vede la partecipazione del botanico Mario Soster oltre al patrocinio del Comune di Alagna.
Il ritrovo è alle 8.30 al parcheggio della località Wold, dove si prende la navetta (costo di 2,50€) che porta al piazzale dell'Acqua Bianca a 1495 m. da cui si parte verso il Colle del Turlo. Si supera la Cascata del Brunnenwasser poi il rio Testanera e si prosegue sui tornanti della strada militare. Si passa accanto agli Alpeggi Im Mittlenteil e In d'Ekku e si raggiunge l'Alpe Faller a 1984 m., meta dell'escursione dove ci si ferma per il pranzo al sacco.
Il percorso si svolge all’interno del Parco Naturale Alta Valsesia, attraversando lariceti e pascoli alpini lungo un tratto della strada che conduce al colle del Turlo, storica via di passaggio verso la Valle Anzasca, molto frequentato sia per gli scambi commerciali che per i movimenti migratori, e indicato dai Walser nel XIV secolo come “Ds' Turlji” cioè “Piccola porta” di comunicazione fra le valli. Il sentiero originario fu trasformato dagli alpini negli anni ’30 in una mulattiera per permettere il trasporto di piccola artiglieria.
Al ritorno, previsto verso le ore 17, il Ristorante “Montagna di Luce” in frazione Pedemonte alle porte di Alagna offrirà ai partecipanti una merenda con i propri prodotti.
Si raccomandano scarpe da trekking, k-way, pantaloni lunghi, cappello, crema solare.
A seconda delle condizioni meteorologiche il programma potrà subire variazioni.
Contributo per la giornata: 12€ (10€ per i soci), 8€ (8-14 anni), gratuito fino a 8 anni.
Prenotazione obbligatoria. Per informazioni e adesioni (entro le ore 18 del 4/8): 347 4474021 - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - www.supervulcano.it
Fotografia: @ Carlo Pozzoni - Nordcap Studio
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

29 luglio 2018 Nel Geoparco - Racconti dal passato in val Mastallone

Domenica 29 luglio 2018 un'escursione programmata dall'Associazione Sesia Val Grande Geopark, in collaborazione con il Comune di Fobello, permetterà di salire fino all'Alpe di Baranca sopra Fobello, accompagnati dallo storico Alessandro Orsi. Si tratta di un itinerario di circa 10 km, di media difficoltà, di interesse geologico, naturalistico e storico da effettuare a piedi partendo da Fobello.

Il ritrovo è alle 8.30 in questa località, nel parcheggio dopo la chiesa, da cui si riparte tutti insieme con le auto per raggiungere – dopo le frazioni di Boco, Catognetto, La Piana e S. Maria – l'Alpe La Gazza a 1175 slm. dove inizia l'escursione a piedi. Lungo il torrente Mastallone si incontrano gli alpeggi Catolino e Lungostretto; passati poi sull'altra riva del torrente si sale, tra piante di faggio e di maggiociondolo e poi su pascoli, fino all'Alpe Baranca, punto tappa dell'Alta Via, dove si incontra una cappelletta realizzata dal Gruppo Alpini di Fobello all'interno di un grosso masso. Seguendo la mulattiera si supera la cascata formata dalle acque che escono dal Lago di Baranca, si guada il torrente Mastallone, che nasce da questo lago, e si raggiungono il Colle di Baranca (1818 slm), l'alpe Selle e pochi minuti dopo Villa Aprilia. Il colle è sempre stato zona strategica e di passaggio: nell'800 vi transitarono i principi di Savoia e, poi, reparti dell'esercito piemontese che andavano a congiungersi ai francesi per combattere gli austriaci nella 2a guerra di indipendenza. A Fobello costruirono case signorili la famiglia di Vincenzo Lancia alla Montà e Villa Lanza mentre l'arch. Costantino Gilodi di Borgosesia progettò Villa Musy al Boco Inferiore di Fobello e per sè un villino a Selle di Baranca, diventato poi di proprietà dei Lancia che le diedero il nome di Villa Aprilia. Oggi ne rimangono i resti dopo la sua distruzione a causa delle bombe dei fascisti nell'aprile del 1944. Qui si effettua la pausa pranzo al sacco ed è possibile ascoltare dalla voce dello storico Alesandro Orsi le vicende che sono accadute in questi luoghi, punto strategico e molto frequentato delle comunicazioni tra Valsesia, Ossola e Svizzera e teatro di combattimento fra partigiani e fascisti. Il ritorno è previsto verso le 16.30.
A Fobello, paese tra "i più eleganti e signorili" della Valsesia, si sono mantenute tradizioni antiche tra cui il costume, colorato e prezioso perché arricchito dal puncetto, una "trina" millenaria che sarebbe giunta in Valsesia con l'invasione saracena del X secolo e che si sta candidando a bene immateriale Unesco. Nel centro del paese, ospitato in una casa d’epoca, si trovano il Museo Permanente del Puncetto e il Museo Lancia. In paese si possono visitare tra gli altri il laboratorio dei "Biscutin dal Strii", dolcezze artigianali, e quello di "Ca' di Mori" che produce confetture e conserve biologiche.

Il percorso è molto soleggiato e si raccomandano scarpe da trekking, k-way, cappello, occhiali e creme da sole. A seconda delle condizioni meteorologiche il programma potrà subire variazioni.
Contributo per la giornata: 12€ (10€ per i soci), 8€ per ragazzi da 8 a 14 anni, gratuito per bambini fino a 8 anni.

Informazioni e prenotazione obbligatoria, entro le 18 del giorno precedente, a: 347.4474021 / This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. / www.supervulcano.it dell'Associazione geoturistica Sesia Val Grande Geopark.
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

More Articles ...

Un territorio da scoprire

un grande parco da visitare

Parco Nazionale
 
Supervulcano
Parco Nazionale Val Grande
info@parcovalgrande.it
  Ass. Sesia Valgrande Geopark
info@supervulcano.it

 

Salva

Copyright © 2014 Sesia Val Grande Geopark - Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

Responsive EU Cookie Notify